La Francia è il primo paese a vietare piatti, bicchieri e posate di plastica

Dopo il divieto dei sacchetti di plastica nel mese di luglio, la Francia ha fatto un ulteriore passo avanti.

Una nuova misura è entrata in vigore il mese scorso: l’obbligo, entro il 2020, per i produttori di piatti di plastica , di realizzare i loro prodotti solo con materiale biodegradabile.

Mentre la legge riceve il plauso degli ecologisti, secondo altri violerebbero così le norme dell’Unione europea in materia di libera circolazione delle merci e danneggerebbe i consumatori.

“Stiamo sollecitando la Commissione europea a fare la cosa giusta e intraprendere azioni legali contro la Francia per violazione del diritto europeo. Se non lo fanno, lo faremo noi”, ha dichiarato Pack2Go Europe, un’organizzazione che rappresenta i produttori di imballaggi europei, all’Associated Press.

Il divieto mira non solo a ridurre l’inquinamento provocato dalla plastica, ma a diminuire e il consumo di energia e lo spreco prodotto dall’industria di trasformazione della plastica.

La Francia è il primo paese a vietare piatti, bicchieri e posate di plastica

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy