Il Movimento Cinque Stelle supera il 29% e si prende giovani, insegnanti e classe operaia

Il Movimento Cinque Stelle supera il 29% e si prende giovani, insegnanti e classe operaia.  Al Pd, che crolla sotto quota 23, restano gli over 65, i pensionati, mentre il centrodestra, che piace alle casalinghe, cresce sotto la spinta di Forza Italia, vicino ormai al 17%.  Siamo di fronte all’ultima fotografia scattata dai sondaggi Ipsos per il Corriere della Sera. Il M5s diventa primo partito guadagnando lo 0,6 per cento dei voti e arrivando al 29,3.

Il partito di Silvio Berlusconi è ancora in crescita (16,9) ed è in grado di compensare la leggera flessione della Lega e di Fratelli d’Italia (rispettivamente al 13,7 e al 4,6). L’intera coalizione – secondo Ipsos – è al momento al 36,3 per cento dei voti.

Il Movimento Cinque Stelle supera il 29 per cento e si prende la classe operaia

Il Pd, invece, arretra di un altro 0,4 per cento che fa scendere i dem al 22,7 per cento. Il partito di Matteo Renzi oltre a raccogliere voti nella fascia over 65 della popolazione con il 36,1% e tra i meno istruiti (primo partito con il 30%) soffre nel bacino storico di voti della sinistra e regge tra gli studenti (25,1%) tra imprenditori, professionisti e dirigenti (20,2). Gli operai – dice Ipsos – hanno abbandonato i dem virando sui Cinque Stelle che conquistano oltre il 40% dei voti. Il Pd, in quella fascia di popolazione, è addirittura il partito meno amato con il 13,6% delle preferenze. E soffre anche tra impiegati e insegnanti (21,8 contro 33).

Le donne manifestano una maggiore disaffezione rispetto agli uomini, e sono più inclini a votare per Forza Italia. Tra i cattolici praticanti prevalgono i democratici. I cedi medi (impiegati e insegnanti) propendono nettamente per il M5S come pure i lavoratori autonomi (artigiani e commercianti).Tra le casalinghe il M5s è il primo partito, in linea con il dato complessivo, ma si distinguono in positivo Forza Italia (secondo) e Fratelli d’Italia (unico partito con una leader donna). Tra i pensionati Pd e FI sono decisamente sopra la media mentre M5s e Lega sotto. Gli studenti privilegiano Pd e Leu, mentre è più contenuto il consenso per FI e quello per Lega e M5S è in linea con la media generale.

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy