Disoccupazione e rassegnazione: gli italiani hanno smesso di cercare lavoro

Disoccupazione e rassegnazione: gli italiani hanno smesso di cercare lavoro

L’analisi di Eurostat sulla disoccupazione è più che preoccupante: quattro disoccupati italiani su dieci hanno smesso di cercare un lavoro. A rendere ancora più allarmante il tutto è il fatto che nessun altro paese europeo si trova in una situazione così drammatica.

Un dato doppio rispetto alla media dei paesi dell’Unione europea. In Italia, nel primo trimestre 2016, la maggior parte dei disoccupati ha rinunciato alla ricerca di un lavoro.

In Europa, nei primi tre mesi di quest’anno, un disoccupato su sei ha trovato lavoro. In Italia solo il 12,8% mentre il 50% è rimasto senza impiego e continua a cercare tra le offerte e le posizioni aperte sempre più misere.

La quota delle persone passate dalla disoccupazione all’inattività è del 37,1%, più del doppio rispetto alla media europea (18,9%). Tutto ciò nonostante gli sgravi contributivi sui nuovi assunti a tempo indeterminato.

Gli italiani hanno smesso di provarci e sono entrati in quel limbo che gli statistici chiamano “gli inattivi”.

Disoccupazione e rassegnazione: gli italiani hanno smesso di cercare lavoro