L’Italia adotterà una legge per combattere lo spreco alimentare: il cibo invenduto verrà donato ai bisognosi

L’Italia sta per approvare una legge che ridurrà notevolmente lo spreco di cibo: circa 5,1 milioni di tonnellate ogni anno.

L’iniziativa, che è in discussione dal 14 marzo alla Camera dei deputati, incoraggerà la donazione dei prodotti alimentari invenduti ai bisognosi. 

L’idea di ridurre lo spreco di cibo si sta trasformando in un movimento globale: all’inizio di quest’anno abbiamo visto la Francia introdurre una simile iniziativa che vieta lo smaltimento dei prodotti alimentari invenduti, e la Danimarca che ha recentemente aperto un “negozio di sprechi alimentari” per  la vendita di alimenti che altrimenti verrebbero scartati. Anche i supermercati Tesco del Regno Unito hanno annunciato che si allineeranno alle iniziative di carità e solidarietà. Si tratta di un trend decisamente positivo che sta contribuendo a ridurre l’enorme quantità di cibo che viene sprecato ogni anno in tutto il mondo.

Il disegno di legge, che ha ricevuto un sostegno bipartisan, offre riduzioni fiscali generose anche sullo smaltimento dei rifiuti, in relazione a quanto le aziende donano individualmente. I prodotti alimentari vengono poi recuperati e distribuiti dalle associazioni di volontariato.

italywastefoodlaw1

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy