“La cura” di Barbara Eforo: al Teatroblue di Roma in scena la quotidianità di una badante

“La cura” è il lavoro teatrale dell’attrice Barbara Eforo che andrà in scena sabato 22 aprile al Teatroblue di via Cola di Rienzo a Roma.

Racconta la vita di una donna migrante che lavora in Italia come badante.

Barbara Eforo spiega così lo spettacolo che porterà in scena: “Incontro una badante. Si racconta a me con una sincerità disarmante. Ascolto tutto. Anche i silenzi e i sospiri. Tutto. I suoi tentativi di parole smozzicate sono la sua musica, le sue note. Nella sua storia ci sono storie di bambine, donne, madri, vecchie. Storie sedute vicino a corpi che invecchiano. Storie di tutti noi, migranti in questo mondo di parole. Impariamo a parlare per tentare di raccontarci. Chissà se poi davvero serve a qualcosa tutto questo. Tutto questo imparare. Tutto questo parlare.”

la cura
È da un incontro un po’ voluto e un po’ casuale (forse volutamente casuale) che prende vita questo lavoro. Le parole e i silenzi della donna sono diventati il testo e il ritmo del racconto di scena. La ricerca linguistica e attoriale è stata costruita sulla difficoltà di esprimersi che si incontra quando si impara a parlare, quando si cerca di parlare in una lingua che non ci appartiene e anche quando invece non si riesce più a parlare.

"La cura", in scena la quotidianità di una badante
È un lavoro che dura 50 minuti. 50 minuti in cui le immagini di una badante e di un’anziana si fondono e confondono. 50 minuti: pochi per raccontare una vita, eterni se ci si guarda negli occhi.

Per info e prenotazioni:
emanuela guaiana 3403974732 / flora farina 3477233054

Evento facebook: La cura

 

Barbara Eforo è attrice di prosa e televisiva. La sua formazione artistica si realizza seguendo i corsi di recitazione del Teatro Stabile di Genova. Si perfeziona alla scuola del Teatro Stabile del Veneto e allo stage di teatralità corporea condotto da Naira Gonzales, attrice dell’Odin Teatret. Lavora sotto la direzione registica di Valerio Binasco, Giuseppe Emiliani e Luca Valentino. Nel 1997 fonda il gruppo di ricerca teatrale Do(ro)versi con il quale sperimenta nuove possibilità di dare vita scenica ai testi futuristi. È voce recitante per gli audiolibri de Il Narratore. Dal 2001 al 2007 è co-protagonista nella trasmissione televisiva L’ Albero Azzurro, programma per i bambini di Rai Due. Parallelamente, lavora come dottore clown nel reparto pediatrico dell’ospedale di Piacenza. Dal 2008 ad oggi porta in scena i suoi spettacoli: “Il Gusto delle Parole“, trilogia di spettacoli di ricerca sul linguaggio del cibo,  “Rose“, nell’ambito del Festival Dannunziano a Gardone, “La cura“, monologo dedicato alla realtà delle badanti, “Animate storie” e “L’AccalappiaCose“, due spettacoli dedicati ai bambini, “PituPitu” con Paolo Mazzocchi. Attualmente è impegnata nello studio dell’uso del monologo seguendo il laboratorio di Chiara Guidi, fondatrice della Societas Raffaello Sanzio e nella preparazione del suo nuovo lavoro: “Namoro”.

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy