Camminare e sentirsi nervosi di notte. L'app che ti accompagna a casa

La nuova app che ti accompagna a casa di notte e non ti lascia solo

A quanti sarà capitato di tornare a casa a piedi di notte e sentirsi insicuri?

Voltarsi e guardarsi le spalle con nervosismo?

Decine di migliaia di persone in tutto il mondo stanno ora utilizzando un’applicazione che consente agli amici di accompagnarti “virtualmente” e di monitorare il tragitto di ritorno a tarda sera.

L’app dal nome Companion, compagno, creata da cinque studenti dell’Università del Michigan, permette agli utenti di richiedere la compagnia di un amico o un familiare che li accompagnerà nel viaggio di rientro a casa tramite la  mappa Gps online.

companion app

Per l’amico o il familiare non è necessaria l’installazione dell’app, che è comunque  disponibile sia per Android che iOS. L’utente, inoltre, può inviare numerose richieste a diversi contatti sul suo telefono nel caso non ci siano “compagni” disponibili al momento.

Companion app

Coloro che verranno contattati riceveranno un messaggio sms con un collegamento ipertestuale che li invia a una pagina web con una mappa interattiva in cui viene mostrato l’utente in cammino verso la sua destinazione. Se l’utente si allontana dal percorso, cade, viene spinto, comincia a correre, o se si staccano le cuffie dal cellulare, l’applicazione rileva questi cambiamenti in movimento e chiede all’utente se è tutto ok.

Se l’utente sta bene, preme un pulsante di conferma sull’app entro 15 secondi. Se il tasto non viene premuto o c’è una vera e propria emergenza in corso, l’applicazione Companion trasforma il telefono dell’utente in un sistema personale di allarme che emette forti suoni per spaventare eventuali criminali e dare la possibilità di chiamare immediatamente la polizia.

Un'app che ti accompagna a casa

Inizialmente l’app era stata progettata per gli studenti di ritorno a piedi dai loro campus universitari durante la notte.

Allo stesso tempo, l’applicazione invia un avviso al contatto che la persona ha scelto, il quale potrà decidere se chiamare la polizia e dare loro la posizione dell’utente, così come chiamare per sapere se l’amico sta bene. Gli utenti possono anche selezionare il pulsante “sono nervoso” quando si sentono insicuri.

Si può utilizzare l’applicazione inserendo il proprio numero di telefono, con il prefisso del paese. In caso di emergenza, l’applicazione chiamerà la polizia e invierà messaggi di testo sms ai compagni scelti.

“Un sacco di persone ha fatto il download dell’app, anche al di fuori degli Stati Uniti. Da quando abbiamo lanciato l’applicazione Companion, abbiamo avuto diversi contatti da paesi come il Regno Unito, il Belgio, la Francia e la Norvegia”, ha dichiarato Lexie Ernst, cofondatore della app.

“Molti genitori vogliono utilizzare l’applicazione per i loro figli, e alcune persone vorrebbero che i loro genitori anziani la usassero per assicurarsi che non si perdano”, ha aggiunto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.