Perché i polmoni di alcuni fumatori sono completamente sani?

L’enigma di fumatori incalliti che non sviluppano alcun tipo di malattia è stato spiegato dagli scienziati.

Il fatto che molti fumatori abbiano polmoni insolitamente sani è il risultato di un insieme specifico di mutazioni nel Dna, che permette a questi organismi di reagire in modo più rapido ai danni e ripararsi da essi, circostanza che occulta gli effetti negativi del consumo di tabacco.

Le mutazioni singolari del Dna di alcuni fumatori permettono ai loro corpi di controllare il funzionamento delle cellule polmonari che migliorano il funzionamento del sistema respiratorio. In questo modo, si evitano gli effetti negativi del consumo di tabacco. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Lancet Respiratory Medicine.

Per ottenere questi risultati, un gruppo di medici britannici dell’Università di Nottingham, guidato dal Dottor Ian Hall, ha condotto un ampio studio in cui ha esaminato più di 50.000 fumatori passivi e attivi, affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco).

Smoker-Getty

Secondo gli esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità, entro il 2020 la Bpco sarà la terza causa di morte con la più alta incidenza al mondo. Questa malattia progressiva provoca tosse con produzione di grandi quantità di muco, respiro sibilante, mancanza di respiro e senso di costrizione toracica, e altri sintomi. La causa principale è il fumo, e di altri agenti che irritano i polmoni, come l’inquinamento atmosferico, vapori chimici o polvere.

Il team di Ian Hall stabilito ha stabilito che le mutazioni in geni dei fumatori con polmoni apparentemente sani non li rende ‘invincibili’ ma più resistenti alle malattie polmonari. I medici dell’Università di Nottingham sperano che questa scoperta permetta di creare farmaci di nuova generazione Bpco.

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy