Una semplice domanda che ha cambiato per sempre la vita di Steve Jobs

Il 5 ottobre scorso è stato il quarto anniversario della morte di Steve JobsSapete qual è il principio che applicava quotidianamente alla sua vita? Quello che ha decretato il suo successo tanto nella vita professionale che privata?

Il fondatore di Apple sarà ricordato non solo per assere stato un grande visionario ed imprenditore, ma anche per molte delle sue frasi diventate simboliche per tanta gente.

Steve Jobs ha trascorso la maggior parte del suo tempo lavorando e ha sempre sottolineato l’importanza di saper utilizzare il tempo e non sprecarlo. “Le cose che preferisco nella vita non hanno un prezzo. È evidente che la risorsa più preziosa che abbiamo è il tempo”.

Tuttavia c’era una regola nella vita che Jobs applicava sempre per capire se quello che stava facendo era corretto:  «Negli ultimi 33 anni, mi sono guardato ogni mattina allo specchio chiedendomi: “Se oggi fosse l’ultimo giorno della mia vita, vorrei fare quello che sto per fare oggi?“. E ogni qualvolta la risposta è no per troppi giorni di fila, capisco che c’è qualcosa che deve essere cambiato».

Questa domanda è servita Jobs non solo nel lavoro, ma anche nella vita privata. Un giorno l’imprenditore tenne un discorso in un’università nordamericana, quando notò una giovane donna. La ragazza gli piacque perché lo invitò a pranzo il giorno stesso. Tuttavia, aveva programmato un incontro di lavoro che non voleva assolutamente perdere. E fu allora che si chiese: “Se oggi fosse l’ultimo giorno della mia vita” E poi si rivolse alla giovane di nome Laurene Powell, la futura moglie di Steve Jobs.

steve_lorin

Ricorda che la vita non è eterna è stata una delle regole più importanti seguite da Jobs. “Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario”, diceva.

 

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy