Addio a Chris Cornell, voce dei Soundgarden ed icona del grunge

Whatsoever I’ve feared has come to life
Whatsoever I’ve fought off became my life
Just when everyday seemed to greet me with a smile
Sunspots have faded and now I’m doing time
Cause I fell on black days

Fell on Black Days. Non ci può essere canzone più triste oggi.  Chris Cornell, cantante della storica band dei Soundgarden, è morto all’età di 52 anni. Ne ha dato notizia l’Associated Press parlando di una morte “improvvisa ed inaspettata”, secondo quando dichiarato dal suo agente Brian Bumbery.

Chris Cornell era in tour con i Soundgarden (dopo la reunion del 2010), gruppo icona del movimento grunge di Seattle nei mitici anni ’90 insieme a Nirvana, Pearl Jam ed Alice in Chains.

soundgarden

L’album del 1994, Superunknown, è stato un enorme successo commerciale: ha ricevuto Grammy per i singoli “Spoonman” e “Black Hole Sun“. Nel 2002, Cornell ha inoltre dato vita agli Audioslave, con membri dei Rage Against the Machine.

Di lui, oltre alla carriera solista, rimarrà nel cuore un altro grande progetto: Temple of the dog.

chris 90

Cornell si trovava a Detroit dopo aver partecipato all’ultima sua esibizione pubblica al Fox Theatre poche ore prima del decesso. Era nel mezzo di un tour americano che ha fatto sold out dappertutto.

Se ne è andato un pezzo importante della storia del rock, una voce unica e potente.

I sure don’t mind a change
But I fell on black days
How would I know that this could be my fate

chris cornell

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy