Lo psicoterapeuta Scardovelli mette in guardia su Facebook: attenzione alla società dei like

Il giurista e psicoterapeuta Mauro Scardovelli ha commentato sul blog Byoblu l’intervista all’ex vice-presidente di Facebook, Chamath Palihapitiya, pubblicata dallo stesso blog, nel corso della quale Palihapitiya ha criticato aspramente il social network mettendo in guardia gli utenti della rete. Scardovelli fa una disanima attenta della società attuale, la società dei like tirando in ballo Platone e McLuhan per spiegare il tragico epilogo dei rapporti umani e sociali. Lo stesso Palihapitiyaparla parla di enormi tensioni con i suoi amici dovute all’utilizzo di facebook.

E non solo: ci sono ricadute pesanti sulla memoria e si mette sullo stesso piano un fatto importante da uno meno importante, tutto diventa equivalente.

“Mi sento tremendamente in colpa. Penso che noi tutti sapessimo, – dice l’ex vice di Facebook – nel profondo di noi stessi, anche se abbiamo finto di no. E ci eravamo convinti che probabilmente non ci sarebbero state conseguenze inattese, non davvero così gravi. Io penso che nei recessi profondi della nostra mente sospettavamo che qualcosa di brutto sarebbe potuto accadere, ma penso che il modo in cui noi lo lo immaginavamo, non fosse questo. Letteralmente siamo arrivati ad un punto, oggi, dove credo che abbiamo creato strumenti che stanno disintegrando il tessuto sociale su cui è basata la Società. E io vorrei incoraggiare voi tutti, quali futuri leader del mondo, a prendere veramente coscienza di quanto questo sia importante. Se tu nutri la bestia, quella bestia ti distruggerà! Se invece la respingi, abbiamo la possibilità di controllarla e rimetterla al suo posto. Gli stimoli di feedback a breve termine, basati sulla dopamina, che abbiamo creato, stanno distruggendo il modo in cui la società funziona”.

“Viviamo – sottolinea Scardovelli – in una società psicotico-delirante, nella quale l’economia è un delirio, ma ancor di più la finanza, la politica e la filosofia, che questi discorsi non li promuove. Oggi i veri filosofi sono pochissimi, perché i veri filosofi sono coloro che amano l’umanità, in quanto filosofia vuol dire amore per la sapienza, amore per la conoscenza, amore per la natura (“Physis”, natura) e dunque amore per la vita e per gli esseri umani. I veri filosofi sono coloro che ci amano e che sono disposti a fare qualsiasi cosa per aiutarci“.

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy