A scuola di empatia: in Danimarca i bambini vanno a lezione di emozioni

Nelle scuole in Danimarca, oltre alla matematica e alle altre materie tradizionali, si insegna l’empatia.

La lezione, per gli studenti dai 6 ai 16 anni si chiama Klassens tid: un momento in cui si condividono emozioni, problemi personali o difficoltà imparando ad ascoltare gli altri e trovando insieme soluzioni con l’aiuto dei compagni e dell’insegnante.

L’empatia,  dal greco en pathos, “sentire dentro”, è la capacità di mettersi nei panni degli altri, di porsi nella situazione di un’altra persona o, più esattamente, di comprendere immediatamente i processi psichici dell’altro.

Numerosi studi dimostrano che i livelli di empatia sono diminuiti fino al 40% negli ultimi 30 anni, mentre il narcisismo è in costante aumento.

Perché insegnare l’empatia è così importante?
L’insegnamento dell’empatia non solo rende i bambini più sensibili dal punto di vista emotivo e sociale e riduce notevolmente il bullismo, ma può anche aiutarli ad essere più felici in futuro.

Successful Teacher and students jump in front of a blackboard with math work in a classroom or class school while lesson

La lezione è resa ancora più piacevole grazie al momento “Klassens time kage”, una torta al cioccolato che i ragazzi preparano e portano in classe a turno. L’obiettivo? Creare un’atmosfera piacevole ed accogliente, chiamata “hygge” e aiutare a far crescere la propria empatia e quindi la capacità di percepire e condividere le emozioni altrui.

Hygge è un sostantivo usato per definire un sentimento, un’atmosfera sociale, un’azione correlata al senso di comodità, sicurezza, accoglienza e familiarità. Secondo un sondaggio dell’Unione Europea, i cittadini danesi sono i più felici del mondo, visto che passano più tempo con la famiglia e con gli amici e si sentono più rilassati degli altri.

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy