Il pittore polacco che ha imparato a “fotografare i sogni” vi farà venire gli incubi

L’artista polacco, Zdzisław Beksiński, è diventato un nome con i suoi dipinti distopici e surreali, pieni di immagini post-apocalittiche e di creature notturne.

L’artista non è più con noi per spiegarci meglio le sue oltre 300 opere, ma usava dire: “Voglio dipingere come se stessi fotografando i sogni”.

Queste splendide opere astratte hanno il potere di invocare riferimenti al mondo reale, il che fa ancora più rabbrividire. La spiegazione dell’artista? Ebbene, può essere contenuta in queste parole criptiche: “Ciò che conta è quello che appare nella tua anima, non quello che i tuoi occhi vedono e quello che puoi definire”.
1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

Copyright © 2016 "The Universal" Privacy