jodo

Psicomagia, un’arte per guarire. Il nuovo film di Alejandro Jodorowsky

La psicomagia di Alejandro Jodorowsky è diventata un film. La tecnica di guarigione da lui creata e inventata approda al cinema per essere presentata e raccontata. L’eclettico artista, autore de La danza della realtà e già regista di significative pellicole come La montagna sacra, Santa Sangre, El Topo e l’ultima Poesia senza fine,  arriva sul grande schermo con Psicomagia, un’arte per guarire, per spiegare come è possibile aiutare ad affrontare le criticità della vita di un individuo attraverso azioni psicomagiche.

jodAtti simbolici di grande impatto, consigli pratici ed originali che aiutano a sbarazzarsi delle idee nocive e delle influenze negative. Possono aiutare a risolvere problemi di lavoro, di salute, di sesso, della vita di coppia come quella da single, e insegnano ad affrontare sentimenti come l’odio, la gelosia, l’insicurezza, il senso di fallimento o di inferiorità, il pessimismo, l’abbandono e molti ostacoli che possono affliggere la vita.
“C’è sempre chi mi chiede un consiglio (in fondo, mi sta chiedendo il permesso per compiere un’azione che non osa) – scrive Jodorowsky nel suo libro Manuale Pratico di Psicomagia – o una predizione (possibilmente positiva). E allora non posso fare a meno di inquadrare la sua domanda. ‘Incontrerò un uomo? ‘Non posso dirti se incontrerai un uomo, ma posso dirti perchè non lo incontri “.

Il film verrà proiettato nei cinema francesi dal 2 ottobre e in quelli italiani dall’8 ottobre grazie alla Mescalito Film.

 

Alejandro Jodorowsky, nato nel Cile del Nord nel 1929, figlio di immigrati ebreo-ucraini, si è trasferito nel 1953 a Parigi, dove ha fondato con Fernando Arrabal e Roland Topor il movimento di teatro “panico”. Jodorowsky è regista, autore di pantomime e pièce teatrali, di romanzi e libri di fumetti (tra cui L’Incal e La casta del meta-baroni).

Ecco il trailer del film: